Indice del forum

Gli amici del forum

L'amicizia è il miele della vita.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Tagli alla Difesa
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Politica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 14 Feb 2012 16:03:55    Oggetto:  Tagli alla Difesa
Descrizione:
Rispondi citando

I tagli alla difesa prevedono una riduzione del corpo militare di oltre 40 mila unità
Andrà a regime nel 2032.
Grandi decisioni in vista per la nostra Difesa. Il consiglio dei ministri di oggi sarà dedicato in gran parte all’intervento del ministro Giampaolo Di Paola che illustrerà ai colleghi una riforma radicale. La Difesa infatti si ridimensionerà nei numeri, passando da 190 a 150 mila militari, ma non nelle ambizioni. Il dimagrimento sarà un processo spalmato su venti anni. Al termine, le spese per il personale dovranno essere tagliate di 2 miliardi di euro e aumenteranno proporzionalmente gli investimenti in nuovi sistemi d’arma e in addestramento.

Quel che colpisce è la fotografia di un forte squilibrio: rispetto ai volumi previsti per il 2021, sono addirittura in esubero 31 mila marescialli e 680 ufficiali; mancano invece 20 mila sergenti e i volontari in servizio permanente. L’obiettivo è giungere entro il 2032 a uno strumento militare più giovane e più equilibrato tra le sue componenti: 18 mila ufficiali, altrettanti marescialli, 22.300 sergenti, 56 mila volontari di truppa in servizio permanente e 24 mila volontari in ferma breve.

Il ministro Di Paola intende ridisegnare il sistema dei comandi. Molte duplicazioni verranno abolite: il Comando forze operative terrestri, per dire, è palesemente un doppione del Comando operativo esercito. Lo stesso dicasi per marina e aeronautica. Pencolano anche i comandi territoriali, eredità di quando le forze armate erano di leva e avevano bisogno di una struttura in ogni città. Con il taglio delle poltrone si potranno tagliare anche le piante organiche. E se oggi sono 443 i generali delle nostre forze armate, in futuro dovrebbero fare a meno di 9 generali di corpo d’armata, 21 generali di divisione e 62 generali di brigata.

Scartata l’ipotesi di prepensionare migliaia di ufficiali e sottufficiali, s’ipotizza di incentivare la mobilità tra amministrazioni con un assegno che integri lo stipendio (avendo i militari una serie di indennità) oppure obbligando l’industria militare di assorbire personale eccedente dalle forze armate.

Nell’ottica di una Difesa più snella ma più efficiente, questo colossale trasferimento di risorse permetterà maggiori investimenti in armi. Il progetto dei cacciabombardieri F-35, ad esempio, che fa scalpore perché ci impegnerà per 15 miliardi di euro, subirà una leggera sforbiciata. Se ne ordineranno un po’ meno dei 131 preventivati, ma non tanto di meno perché l’F-35 è un progetto che le forze armate e Finmeccanica considerano strategico. Non solo perché nella fabbrica che si sta allestendo a Cameri (Novara) si monteranno le ali in titanio per milleduecento velivoli, tutti quelli che verranno comprati in Europa e in Asia, garantendo lavoro per vent’anni a 500 dipendenti e a migliaia di addetti nell’indotto; non tanto perché il fatturato previsto per questo lavoro sfiora un punto di Pil (un po’ meno di 14 miliardi di euro) e garantirà conseguenti entrate fiscali; ma anche e soprattutto perché per la prima volta l’Italia è considerata un partner privilegiato degli Usa.

Stavolta saremo i primi a condividere con Washington alcune tecnologie militari di avanguardia come in passato accadeva solo agli inglesi. Analoghi interventi, però, potrebbero riguardare gli elicotteri Nh-90 (costati 416 milioni nel 2011, spesa complessiva di 3,8 miliardi al 2018) e i sommergibili U-212 (168 milioni nel 2011, 1,8 miliardi fino al 2016).

La descrizione dell'articolo è un pò complessa ma spero si capisca a grandi linee, tutto ciò è inamissibile e denota sempre più la "sete" di investire nel campo bellico, altro che risparmio per la crisi economica! E come sempre a pagare sono i semplici cittadini come noi! Mad

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 14 Feb 2012 16:03:55    Oggetto: Adv





Torna in cima
Ashara

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 62
Registrato: 28/01/12 23:26
Messaggi: 201
Ashara is offline 


Interessi: musica, lettura, cinema
Impiego: custode



italy
MessaggioInviato: 14 Feb 2012 21:02:18    Oggetto: Snif ! 
Descrizione:
Rispondi citando

Mi piacerebbe che fossimo i primi a condividere con Washington ben altre cose......ma è possibile che noi dobbiamo sempre prendere il lato peggiore degli Stati Uniti? Potremmo condividere che ne so, ad esempio quella legge che in America costringe il politico beccato con le mani nel sacco a dimettersi e a fare poi lo zappatore...o no??!! Confused
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Alessandra

Ospite















MessaggioInviato: 14 Feb 2012 22:27:20    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' vero, dici proprio bene. prendiamo sempre il lato peggiore....
Torna in cima
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 15 Feb 2012 14:40:46    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

e cosa potrebbero costringerci a fare se non a prendere il lato peggiore, visto che ci troviamo nelle condizioni del "pesce piccolo" che se ne deve stare zitto e bravo?
_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Ashara

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 62
Registrato: 28/01/12 23:26
Messaggi: 201
Ashara is offline 


Interessi: musica, lettura, cinema
Impiego: custode



italy
MessaggioInviato: 15 Feb 2012 15:04:41    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Nessuno ci costringe cara Mareblu, siamo liberi di scegliere, altri paesi più "americanizzati" di noi (sia un bene o un male non so) prendono cose migliori noi no.
Il perchè ha radici forse troppo "scomode" da analizzare....e probabilmente riguardano una mancata identità nazionale e il nostro continuo inno al benessere individuale anche a scapito del collettivo......Questo naturalmente a mio modesto parere.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Politica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Gli amici del forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008