Indice del forum

Gli amici del forum

L'amicizia è il miele della vita.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Evasione fiscale
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia e finanza
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 26 Feb 2012 19:39:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Blitz della Finanza a Trastevere. Controllati 71 esercizi tra ristoranti, bar, pub e discoteche. Dalle prime risultanze si sarebbe registrato un "forte scostamento" degli scontrini emessi rispetto a quelli battuti la settimana precedente e lo stesso giorno del 2011.

E te pareva.... Confused

_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
Adv



MessaggioInviato: 26 Feb 2012 19:39:48    Oggetto: Adv






Torna in cima
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 02 Mar 2012 14:12:52    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L’Italia è al primo posto in Europa per l’economia sommersa e, di conseguenza, per l’evasione fiscale.

Leggendo i dati, nel 2009, il valore dell’economia sommersa nel nostro Paese è stato di 418,23 miliardi di euro. Il totale sottratto al fisco: 180,257 miliardi. è una cifra folle, pari a cinque manovre finanziarie del governo Monti. Il dato è ancora più allarmante se si considera che stiamo parlando di quasi un terzo delle entrate totali dello Stato.

Anche Germania e Francia non se la passano benissimo.
La Germania ha visto il valore dell’economia sommersa attestarsi a circa 400 miliardi di euro. Quattrini sottratti al fisco: 158 miliardi di euro, pari al 16% del gettito fiscale complessivo.
La Francia di Nicolas Sarkozy si guadagna invece il terzo posto, grazie a 290 miliardi di economia sommersa che hanno sottratto alle casse dello Stato 120,61 miliardi di euro, ovvero il 15% delle entrate totali.

Situazione decisamente migliore in Spagna e Gran Bretagna: il sommerso spagnolo, infatti vale 239 miliardi e ne genera 72 di evasione fiscale; quello inglese, invece, ammonta a 212 miliardi, generandone 74 di evasione fiscale.

_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 07 Mar 2012 08:48:32    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ed ancora economia sommersa che viene a galla.

L'operazione 'case fantasma' ha consentito di individuare 1.081.698 unita' immobiliari a cui e' stata attribuita una rendita di 817,39 mln. E' il risultato del
lavoro di accertamento, al 31 dicembre 2011, riferiscono l'Agenzia del Territorio e il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia.

Si partiva da 2.228.143 particelle nelle quali si era constatata la presenza di potenziali fabbricati sconosciuti al catasto. Sulla base degli accertamenti
il maggiore gettito quantificabile e' di 472 milioni.

E la domanda sempre ricorrente é: MA NEGLI ANNI PASSATI PASSATI CHE DIAVOLO SI FACEVA???

_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 07 Mar 2012 10:56:45    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

posso rispondere metaforicamente, ma comprensibilmente questo: si faceva quello che FACEVA COMODO A CHI TIRAVA E CONTINUA A TIRARE I FILI DELLE MARIONETTE!!

E di seguito trascrivo le ultime norme anti evasione fiscale datate 2 Marzo 2012
ACCERTAMENTO: TUTTE LE NUOVE ARMI DEL FISCO PER STANARE GLI EVASORI
Provvedimenti anti evasione, antiriciclaggio, spesometro, redditometro e studi di settore.
Con l’avvento del nuovo governo sono state previsti diversi provvedimenti volti a favorire
l’emersione della base imponibile:
Sanzioni penali nei confronti di chi, in sede di accertamento, esibisce o trasmette atti o
documenti falsi o fornisce dati e notizie non rispondenti al vero (attenzione anche alle
schede carburante, a tutta la documentazione inviata all’ufficio e ai questionari inviati su
richiesta dello stesso)
Obbligo per gli operatori finanziari (banche, poste, intermediari finanziari, imprese e
organismi di investimento), a decorrere dal 1 gennaio 2012, di comunicare all’Anagrafe
tributaria tutte le movimentazioni relative ai rapporti fiduciari ed ogni altra informazione
necessaria ai controlli fiscali, nonché l’importo delle stesse.
Comunicazione da parte dell’Inps agli organi di controllo tributari dei dati relativi ai
contribuenti beneficiari di prestazioni socio sanitarie, i controlli saranno estesi anche ai
modelli di dichiarazione ISEE e RED.
Per chi risulterà infedele agli studi di settore, saranno previsti accertamenti basati su
presunzioni semplici con accertamenti sintetici e da redditometro, per cui la valutazione
del reddito del contribuente sarà fatta sulla base di elementi determinati dal potere di
acquisto e/o di spesa dello stesso e sarà onere del contribuente dimostrare il contrario di
quanto asserito dall’amministrazione finanziaria.
Dal 1* febbraio 2012 è confermata la riduzione a mille euro del limite dell’uso del
contante.
Vediamo nel dettaglio alcuni punti fondamentali:
Limiti al denaro contante
E’ stata portata a mille euro la soglia prevista ai fini dell’antiriciclaggio per: l’uso dei contanti,
per l’emissione di assegni privi della clausola di non trasferibilità e per il saldo dei libretti di
deposito al portatore.
Dal 1* febbraio 2012, saranno applicate le sanzioni dall’1 al 40% del valore dell’importo
trasferito per le somme da 1.000 a 50.000 euro, con un minimo di €.3.000 e dal 5 al 40% per
le somme trasferite superiori ad euro 50mila;
Dal 31 marzo 2012 dovranno essere estinti i libretti di deposito bancario o postali al
portatore di entità superiore ai mille euro pena la sanzione dal 20 al 40% del saldo fino a 50
mila euro e di quella dal 30 al 60% per importi superiori a 50 mila euro. Le sanzioni previste
sul divieto del trasferimento del denaro contante sono applicabili anche quando questo sia
effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia, che appaiono artificiosamente frazionati.
La norma delimita e circoscrive l’operazione frazionata in: “un’operazione unitaria sotto il
profilo economico di valore superiore o pari ai mille euro posta in essere attraverso
operazioni, singolarmente inferiori al predetto limite, effettuata in momenti diversi ed in un
circoscritto periodo di tempo fissato in 7 giorni”. Questo inasprimento anche verso le
operazioni frazionate sta comportando notevoli problematiche applicative, specie riguardo
alle ordinarie operazioni commerciali, ai finanziamenti dei soci alle società ed al
frazionamento dei dividendi, ma vediamo le differenti limitazioni:
- Per le operazioni commerciali: è lasciata la libertà commerciale delle dilazioni di
pagamento (30,60,90 gg…) mediante versamenti rateali, per cui il pagamento di
fatture commerciali superiori alla soglia dei mille euro, se pagate in momenti diversi,
anche superiori ai sette giorni, non costituisce violazione della normativa, se
risultanti da contratto scritto tra le parti e/o mediante l’indicazione in fattura;
- Anche per la distribuzione di dividendi in contanti in più tranches, ma ognuna di
importo inferiore alla soglia limite, sarebbe da intendersi come operazione
cumulabile e non sanzionabile, anche se effettuato oltre i 7 giorni, purché sia
preventivamente accordato per scritto tra le parti.
- Diverso sembra invece essere il discorso del finanziamento soci deliberato
dall’organo societario ed effettuato in più tranches, di importo inferiore alla soglia,
infatti sembrerebbe che il limite dei 7 giorni debba essere perentorio.
I versamenti ed i prelievi in banca di importo superiore alla soglia dei mille euro saranno
assoggettati alla normativa a discrezione degli operatori finanziari che adotteranno le regole di
monitoraggio e di segnalazione introdotte in materia fiscale e di antiriciclaggio.
- Obbligo fiscale: dal 1* gennaio 2012 gli operatori finanziari sono obbligati a
comunicare periodicamente all’amministrazione finanziaria, l’esistenza dei
rapporti intrattenuti con i loro clienti e le operazioni cosiddette fuori conto
(operazioni di natura finanziaria di qualunque importo al di fuori di un rapporto
continuativo, realizzate a nome proprio o per conto o a nome di terzi).
Fino ad oggi l’amministrazione finanziaria disponeva soltanto dell’archivio dei
rapporti intrattenuti dai contribuenti con gli operatori finanziari e a tale archivio vi
accedevano gli ispettori del fisco solamente per formulare richieste agli operatori
finanziari al fine di attivare l’attività di accertamento o quella di riscossione dei
crediti tributari; dal 2012, l’amministrazione avrà a disposizione anche tutti i dati
di tutte le operazioni di ogni contribuente che utilizzerà oltre che per le azioni di
accertamento e riscossione anche per individuare i contribuenti a maggior rischio
di evasione. Non è ancora chiaro se anche per i periodi anteriori al 2012
l’amministrazione potrà richiedere agli operatori finanziari il dettaglio di tutti i
movimenti cosiddetti “fuori conto”, cosi parimenti non è stato detto per quanto
tempo dovranno essere conservati tutti i dati trasmessi.
- Obbligo antiriciclaggio: gli operatori finanziari sono anche obbligati alla adeguata
verifica del cliente con acquisizione e conservazione di specifiche informazioni
da inserire nell’archivio informatico ed alla segnalazione delle operazioni
sospette. L’obbligo scatta per ogni operazione superiore ai 15 mila euro e/o in
ogni caso, anche per importi inferiori, in cui ci sia il sospetto di riciclaggio o di
finanziamento al terrorismo.
L’unica cosa chiara è che un prelievo in banca non può essere rifiutato al cliente, anche se
di importo superiore alla soglia minima.
Anche i professionisti saranno interessati al cosiddetto “obbligo di collaborazione attiva”ai fini
dell’antiriciclaggio, anch’essi infatti dovranno segnalare le operazioni “sospette” dei loro clienti
e degli omessi versamenti di imposte superiori a 50 mila euro. L’omessa segnalazione
comporterà una sanzione per il professionista dall’1 al 40% del valore dell’operazione non
segnalata.
SPESOMETRO
Il governo ha messo la lente di ingrandimento su tutti i pagamenti che superano una certa soglia,
prevedendo per tutti i soggetti IVA l’obbligo di comunicare telematicamente all’Agenzia delle
Entrate le cessioni di beni e le prestazioni di servizio effettuate e ricevute.
La norma ha previsto che siano comunicate:
- entro il 31 gennaio 2011, le operazioni di importo pari o superiore a 25mila euro,
al netto dell’Iva, rese e ricevute nel periodo d’imposta 2010, per le quali è
previsto l’obbligo di emettere fattura;
- entro il 30 aprile 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3mila euro, al
netto dell’Iva, rese e ricevute nel periodo d’imposta 2011, per le quali è previsto
l’obbligo di emettere fattura;
- entro il 30 aprile 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3.600 euro, al
lordo dell’Iva, per le quali non è previsto l’obbligo di emettere fattura, con
riferimento soltanto a quelle rese e ricevute dal 1° luglio 2011.
In relazione ai contratti di appalto, fornitura, somministrazione e gli altri contratti da cui derivano
corrispettivi periodici (locazione, noleggio, concessione eccetera), per i quali l’obbligo di
comunicazione scatta se i corrispettivi dovuti nell’intero anno solare sono complessivamente pari o
superiori a 3mila euro.
Devono trasmettere la comunicazione tutti i titolari di partita IVA per le operazioni rilevanti ai fini
dell’imposta:
- per le quali hanno emesso fattura nei confronti dei clienti (fatture emesse)
- ricevute da soggetti titolari di partita Iva (fatture acquisti )
- per le quali non hanno emesso fattura (scontrini e ricevute fiscali ai consumatori
finali, compresi imprenditori e professionisti per gli acquisti di beni e servizi no
rientranti nell’attività d’impresa o di lavoro autonomo).
Sono tenuti all’invio dei dati anche i contribuenti in regime di contabilità semplificata, gli enti non
commerciali (per le operazioni commerciali o agricole), i non residenti con stabile organizzazione
in Italia, i curatori fallimentari e i commissari liquidatori, chi si avvale della dispensa da
adempimenti per operazioni esenti (articolo 36-bis del Dpr 633/1972), chi applica il regime
agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (articolo 13 della legge
388/2000).
Redditometro
Questo strumento è un software utilizzato dall’ Agenzia delle entrate, che attraverso diversi indici di
ricchezza riconducibili al contribuente, calcola un reddito presunto. Tale reddito, che individua in
maniera abbastanza precisa il tenore di vita del cittadino, potrebbe anche discostarsi da quanto
dichiarato all’atto della denuncia dei redditi. In questo caso l’ amministrazione finanziaria invierà
un questionario per ottenere ulteriori spiegazioni al fine di conoscere il motivo dello scostamento.
Tale metodo di accertamento può essere utilizzato solo sulle persone fisiche, saranno pertanto
escluse da controllo tutte le società. Inoltre concerne solo le imposte sui redditi e va distinto da quel
tipo di accertamento conosciuto come “spesometro”. Quest’ ultimo termine individua un calcolo del
reddito presunto che non è basato su indici di ricchezza ma è affidato alla libera interpretazione
dell’ ufficio. Si può tranquillamente affermare che il “redditometro” costituisce una sotto categoria
di questi tipi di controlli (che vengono chiamati anche accertamenti sintetici).
Al fine di poter effettuare una rettifica dei redditi di un contribuente mediante accertamento
sintetico occorrono comunque alcune condizioni quali ad esempio provare l’esistenza di alcuni
elementi di fatto o solo il sostenimento di alcune spese; inoltre il reddito accertato deve discostarsi
di almeno il 20 per cento dal reddito dichiarato (ad esempio se si dichiarano 10.000 euro, per
effettuare un accertamento sintetico occorre che le spese effettuate portino ad un reddito di almeno
12.000 euro o superiore). Naturalmente il contribuente può sempre dimostrare, prima o dopo che gli
venga notificato un avviso di accertamento che il maggior reddito che gli viene contestato deriva da
introiti pienamente giustificabili. Ad esempio le entrate potrebbero essere giustificate da una
donazione fatta da un parente oppure da redditi che hanno subito ritenute alla fonte, o altro. In base
alle disposizioni di legge vigenti l’ufficio ha comunque l’obbligo di convocare il contribuente a
comparire in modo tale che quest’ultimo possa fornire tutte le spiegazioni del caso.
Indici di ricchezza – L’ attuale disciplina fornisce un elenco di beni o servizi che sono indici di
ricchezza e si considerano a disposizione di colui che li utilizza, a prescindere quindi dalla proprietà
degli stessi. In particolare le spese che vengono inserite riguardano:
Redditometro autoveicoli -Autoveicoli e motocicli con cilindrata superiore ai 250 cc., camper,
autocaravan e roulotte;
Redditometro immobili -Gli immobili di proprietà ( incluse le multiproprietà ) sia detenute in
Italia che all’ estero sia a titolo di residenza principale che secondaria. Non vengono considerati i
fabbricati che non sono a disposizione come quelli dati in affitto a terzi o in comodato. Nella
categoria rientrano gli addetti alla pulizia della casa o comunque alla manutenzione degli immobili.
Non vengono conteggiati invece i costi sostenuti per gli addetti alle cure familiari o domestiche,
incluso il personale invalido;
Redditometro assicurazioni - Le assicurazioni di ogni genere a parte la responsabilità civile, le
assicurazioni contro il furto e l’ incendio e le assicurazioni per infortuni e malattie;
Redditometro imbarcazioni - Imbarcazioni da diporto (quindi non per scopo di lavoro) sia dotate
di motore che quelle a vela. Sono comunque escluse le imbarcazioni più piccole (come quelle
inferiori ai 6 metri o quelle con motore sotto i 25 cavalli);
Redditometro cavalli - I cavalli da corsa o da equitazione;
Redditometro aerei - Aerei, elicotteri da turismo , alianti , ultra leggeri, deltaplani con motore.
Caro lettore, non ci resta di sperare che l’amministrazione finanziaria non soffra del morbo della
“disposofobia” , che tutti gli strumenti accertativi a sua disposizione saranno utilizzati per stanare
coloro i quali sono i veri evasori e che non saranno solo strumenti per alimentare terrorismo su tutti (i soliti) contribuenti.

Non so se siano state apportate modifice dopo l'ultimo noioso elenco simile a questo, ma sicuramente se venisse fatto effettivamente anche solo metà di quello che è il contenuto dell'articolo, ma fatto PER TUTTI SENZA ECCEZIONI allora nel nostro Paese potremmo nuotate TUTTI NELL'ORO!!

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 11 Mar 2012 18:45:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il Governo ha finalmente dichiarato guerra agli evasori fiscali e quasi ogni giorno sappiamo di nuove iniziative volte a debellare il mal costume italiano di non pagare le tasse. E ce n’è davvero un gran bisogno, considerato che continuiamo a guidare la classifica di questo poco onorevole campionato.
Secondo uno studio presentato al parlamento europeo da Tax Research London, infatti, il nostro paese è il primo in Europa per evasione fiscale.
L’ammontare complessivo delle tasse non pagate non ha paragoni tra i partner europei: ben 180 miliardi di euro, il 27% del gettito fiscale complessivo.
Il gettito fiscale nel nostro Paese è effettivamente in crescita (+1,2%), ma anche per il Ministero dell’Economia l’Italia resta il paradiso degli evasori. Nel 2011 il gettito totale è stato pari a 411,79 miliardi di euro (+4,823 miliardi rispetto all’anno precedente). L’andamento delle entrate nella seconda parte dell’anno è stato sensibilmente intaccato dal peggioramento del quadro economico complessivo italiano, in parte compensato dagli effetti delle misure delle manovre correttive di finanza pubblica varate a partire dall’estate.
Dai dati raccolti, emerge che l’evasione totale nei 27 dell’Unione, sommata all’elusione, ammonta a circa mille miliardi di euro ogni anno: un importo che, se fosse completamente recuperato, consentirebbe di ripagare tutto il debito pubblico dell’unione nell’arco di nove anni.
Alle spalle dell’Italia ci sono Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna. L’evasione tedesca ammonta a 158 miliardi (il 16% del totale delle entrate fiscali). Al terzo posto la Francia, dove il mancato gettito è di circa 120 miliardi, poi Spagna con un’evasione di 72,7 miliardi e la Gran Bretagna con 74 miliardi di euro.

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 13 Mar 2012 16:05:59    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

'Nullatenente' con 1,5 mln scudo fiscale
Nullatenente per il fisco, ha tentato di riciclare un milione e mezzo di euro, proventi di furti e truffe, facendoli rientrare dall'estero attraverso lo ''scudo fiscale''. La Guardia di Finanza di Torino lo ha scoperto grazie alla segnalazione di un'operazione sospetta fatta da un istituto di credito alla Banca d'Italia e ha sequestrato il denaro. Nel febbraio 2010, all'uomo, 55 anni, della provincia di Catanzaro - erano stati sequestrati immobili, auto e gioielli per due milioni di euro.


evvaii!!!!! Mad Mad

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 17 Mar 2012 22:05:35    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Un ex muratore noto alla polizia per la frequentazione di ambienti trans, aveva creato a Milano, partendo dai suoi vizi privati, un vero e proprio business immobiliare, arrivando a gestire ben 25 appartamenti che affittava, a caro prezzo, a sudamericani transessuali dediti alla prostituzione. L'uomo, nel corso di un'articolata indagine, è stato individuato dopo almeno dieci anni di arricchimento 'sommerso', durante i quali al fisco risultava nullatenente. Ora rischia la confisca di 10 case di proprietà, mentre su altre 15 sono in corso accertamenti. L'indagato, che ha una sessantina d'anni, vive con un compagno nella zona nord della città, dove manteneva la maggior parte delle locazioni, quasi tutte in nero. La polizia non esclude che l'uomo possa aver portato ingenti somme all'estero.
_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 18 Mar 2012 19:22:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Altro caso eclatante: un militare assegnato al comparto "sicurezza" quindi scelto per questo incarico fra gli elementi "migliori", nel luogo di lavoro si rendeva disponibile per piccoli lavoretti in casa e trasporto con auto propria di persone da un luogo all'altro chiedendo però dopo aver effettuato "i piccoli servizi" delle cifre astronomiche. Qualcosa deve essere senz'altro trapelato, tanto che i carabinieri lo hanno tenuto d'occhio e non solo hanno appurato che quanto sopra descritto corrispondeva al vero, ma "l'impeccabile servitore dello stato" si è comprato una villa e si è fatto eleggere sindaco di un comune vicino. Solo con i soldi extra stipendio per "i lavoretti" si è comprato la villa? Ma no!!! Aveva anche affittato un appartamento che a sua volta affittava per un enorme giro di prostituzione che durava già da quattro anni!! E' stato congedato immediatamente.

ma che Italia pulita!

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 28 Mar 2012 11:03:43    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una frode fiscale da 17 milioni di euro e' stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Saluzzo (To), dopo un'indagine durata oltre due anni che ha portato alla denuncia di otto persone, per un totale di 16 societa' coinvolte, con sedi in varie citta' italiane. Gli otto sono accusati, a vario titolo, di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti, emissione e registrazione di fatture false e riciclaggio.
L'operazione ha preso il via da accertamenti svolti dal Nucleo di Polizia Tributaria di Forli' in seguito ai quali sono stati comunicati alla Tenenza di Saluzzo i nominativi di due coniugi (residenti a Saluzzo) che risultavano aver avuto un ruolo determinante nel trasferimento di ingenti somme di denaro confluite su conti correnti accesi in istituti di credito della Repubblica di San Marino.
Si e', quindi, scoperto che i nominativi segnalati erano titolari di imprese operanti nel settore del commercio all'ingrosso di materie plastiche, che acquistavano merci da aziende principalmente nel Sud Italia e intrattenevano rapporti commerciali anche con societa' con sede in Lombardia. Dalle banche dati e' emerso che alcuni fornitori delle imprese saluzzesi, con sede nelle province di Napoli e Salerno, non avevano mai presentato alcuna dichiarazione d'imposta ed erano, quindi, del tutto sconosciute al fisco.
In realta', una parte considerevole degli acquisti effettuati dai coniugi piemontesi tramite le ditte campane era del tutto fittizia, documentata da fatture false che hanno consentito di abbattere il reddito imponibile delle imprese saluzzesi che le avevano registrate in contabilita' e di evadere l'imposizione diretta e indiretta. La coppia e' coinvolta anche in altri illeciti perche', con le sue aziende, si e' a sua volta prestata a emettere fatture per operazioni inesistenti a favore di acquirenti con sede in Lombardia.
I proventi illeciti cosi' ottenuti venivano fatti confluire su conti accesi in istituti di credito sammarinesi, per sottrarli a tassazione. Il denaro di provenienza illecita e' stato man mano prelevato dal conto e reimmesso in circolazione, e per questo in un caso e' contestato anche il riciclaggio di denaro.

E' svilente constatarlo, ma se paradossalmente esistesse una "Scuola di truffe" , forse se venissero a frequentarla in Italia si "diplomerebbero" tutti con il massimo dei voti! Shocked

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Api70

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 48
Registrato: 26/02/11 09:56
Messaggi: 3841
Api70 is offline 

Località: Olbia

Impiego: commerciante



italy
MessaggioInviato: 28 Mar 2012 12:20:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

mareblu ha scritto:
... E' svilente constatarlo, ma se paradossalmente esistesse una "Scuola di truffe" , forse se venissero a frequentarla in Italia si "diplomerebbero" tutti con il massimo dei voti! Shocked


Shocked Shocked Shocked Shocked
....Se qualcuno venisse in Italia per frequentare una "Scuola di truffe"....quasi sicuramente qualcuno troverebbe il modo di truffare anche lui!!!..... Sad

_________________
Il sorriso... è la distanza più breve tra due persone!!.....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 28 Mar 2012 15:38:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

brava Api!!! Laughing
_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 28 Mar 2012 15:56:11    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Un tesoretto dall’evasione: già recuperati 13miliardi
La notizia è stata data da Monti in persona che continua affermando che nonostante sia un buon risultato, si starà a vedere quale destinazione avranno i soldi recuperati con la lotta all'evasione fiscale. Per prima cosa si dovrà provvedere ai pareggi finanziari, poi molto prudentemente si potrà semmai parlare di non effettuare l'aumento dell'IVA previsto a ottobre.


ecco appunto io cancellerei quel "non" e lascerei effettuare, ma voi a quest'ultima frase che ha detto CI CREDETE??

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 29 Mar 2012 23:31:19    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'Eurispes stima che l'economia sommersa in Italia nel 2010 abbia prodotto almeno 529 miliardi di euro e per il 2011 il volume stimato del sommerso è di 540 miliardi, pari a circa il 35% del Pil ufficiale.

Il nostro sommerso equivale ai Pil di Finlandia, Portogallo, Romania e Ungheria messi insieme. E' quanto emerge dal rapporto "L'Italia in nero" di Eurispes.

_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
i_man

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 63
Registrato: 21/07/11 23:38
Messaggi: 3198
i_man is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, lettura, economia, finanza, tecnologia, viaggi, culture, persone
Impiego: Manager
Sito web: http://linkedin.com/in...


italy
MessaggioInviato: 12 Mag 2012 00:08:31    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Cresce l'economia sommersa in Italia nel periodo 2005-2008. Fra economia sommersa vera e propria ed economia illegale si passa dal 24,7% del pil del 2005 al 31,1% del pil del 2008. E' quanto emerge da uno studio pubblicato da Bankitalia.

Mi domando: ma se riescono a calcolarla, perchè non mettono in atto tutti i dispositivi per scovarla??? Dovrebbero indirizzare Equitalia & C. proprio lì.... Rolling Eyes

_________________
*** carpe diem ***

"sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Yahoo Messenger
Api70

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 48
Registrato: 26/02/11 09:56
Messaggi: 3841
Api70 is offline 

Località: Olbia

Impiego: commerciante



italy
MessaggioInviato: 12 Mag 2012 10:49:36    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mah!!!.... Shocked
Nel mio settore ormai di sommerso e di illegale ...non si può più fare un bel tubo di niente!!.... Sad ....E sinceramente mi viene qualche dubbio quando sento i dati di certe statistiche!!.... Rolling Eyes


E un'altra cosa che mi viene da pensare è, che se è vero che la gente attanagliata dalla pressione fiscale spende di meno,... ci sarà un minor guadagno nelle attività lavorative di tutti,e ancora di conseguenza nei prossimi tempi ci sarà un minor introito fiscale per lo Stato....il quale per compensare aumenterà ancora le tasse..... Shocked
....Ma questa politica di pressione fiscale e di aumento di tasse...non sarà per caso per lo Stato e per noi un bel serpente che si morde la coda????? ...Mah!!...

_________________
Il sorriso... è la distanza più breve tra due persone!!.....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia e finanza Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 4 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Gli amici del forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008