Indice del forum

Gli amici del forum

L'amicizia è il miele della vita.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Posto fisso
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Politica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 15 Feb 2012 15:58:17    Oggetto:  Posto fisso
Descrizione:
Rispondi citando

Il posto fisso? E' degli immigrati
La precarietà sembra solo sfiorare i giovani stranieri che sono inquadrati con contratti più stabili rispetto ai propri coetanei italiani, lavorano di più ma sono pagati di meno. Sono disposti a lavorare in orari più disagiati (specie di sera), svolgono mansioni non adeguate al proprio titolo di studio (sono cioè sottoinquadrati), sono in prevalenza operai, e se disoccupati trovano lavoro prima. Questi alcuni dei risultati di uno studio condotto dalla Fondazione Leone Moressa che ha confrontato la struttura occupazionale dei giovani stranieri con quelle dei giovani italiani in eta' compresa tra i 15 e i 30 anni nel primo semestre 2011.
In Italia si contano 455mila giovani stranieri occupati e quasi 95mila disoccupati: questo permette di calcolare un tasso di occupazione giovanile straniero del 44,5%, superiore di gran lunga rispetto a quello dei giovani italiani (32,5%) e un tasso di disoccupazione del 17,2% inferiore (anche se di poco) a quello dei coetanei italiani (20,4%). Ma nel territorio nazionale si evidenziano caratteristiche occupazionali diverse, a causa principalmente della crisi in atto: in molte delle regioni del Nord e in alcune del Centro infatti si evidenziano livelli di disoccupazione più elevati tra i giovani stranieri che tra i giovani italiani. In Veneto, ad esempio, se per i giovani italiani under 30 il tasso di disoccupazione si attesta al 10,7% per gli stranieri si osserva il 19,9%; in maniera molto simile nelle Marche dove si tratta di un 12,9% degli italiani e del 22,2% degli stranieri.
I giovani lavoratori stranieri sono inquadrati piu' degli italiani con contratti di lavoro stabili: infatti su 100 stranieri occupati, appena 26 hanno un contratto di lavoro atipico (cioe' a tempo determinato o di collaborazione), mentre per gli italiani si tratta di 33. Il contratto a tempo indeterminato e' piu' frequente tra i lavoratori stranieri dal momento che il 64% di essi dimostra di avere il posto fisso, dieci punti in meno rispetto agli italiani (53,3%). Gli stranieri in oltre l'80% dei casi ricoprono professioni da operaio (si tratta della meta' per gli italiani) e guadagnano 939 euro netti al mese, 70 euro in meno dei coetanei italiani. Nella maggior parte dei casi (64,4%) essi ricoprono professioni di media specializzazione, e quasi il 30% ricopre professioni non qualificate; inoltre gli stranieri mostrano un livello di scolarizzazione piu' basso rispetto ai giovani italiani (il 48,3% di essi ha al massimo la licenza media). In media gli stranieri rimangono senza lavoro per un anno (12,3 mesi), cinque in mesi in meno rispetto agli italiani (17,3 mesi).
La qualità del lavoro giovanile. Pur mostrando livelli di istruzione medio-bassi, i giovani stranieri, molto piu' degli italiani, possiedono titoli di studio piu' elevati rispetto a quelli prevalentemente richiesti dal mercato del lavoro per svolgere quella professione. In particolare il 36,0% dei giovani stranieri e' sottoinquadrato, mentre per gli italiani la quota scende al 27,7%. "I giovani stranieri mostrano comportamenti occupazionali diversi rispetto ai giovani italiani. La necessita' di avere un lavoro per rinnovare il permesso di soggiorno, la mancanza di sostegno da parte della rete parentale e il disagio economico portano i giovani stranieri ad affacciarsi prima degli italiani nel mercato del lavoro, accettando stipendi piu' bassi ma sicuri, mansioni meno qualificate e lavori in orari anche disagiati. Sebbene la crisi abbia colpito di piu' proprio dove la presenza straniera e' maggiore (come al Nord), i giovani immigrati possono pero' contare su contratti piu' stabili, soddisfacendo ad una domanda di lavoro dal basso profilo che continua ad essere espressa dal sistema produttivo, economico e sociale".

Preciso che ho solo riportato un articolo fatto su un quotidiano, non c'è nessun riferimento a razzismo o cose similari.

_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 15 Feb 2012 15:58:17    Oggetto: Adv





Torna in cima
Api70

Guru
Guru


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 26/02/11 09:56
Messaggi: 3841
Api70 is offline 

Località: Olbia

Impiego: commerciante



italy
MessaggioInviato: 15 Feb 2012 18:25:49    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' l'eterno dilemma!!.... Confused
POVERINI!!!...perchè accettano lavori disagiati, sono sottopagati e sottoinquadrati e spesso in nero...o FIGLIDISUAMAMMA!!...perchè se non ci fossero loro così disposti, probabilmente i datori di lavoro non se approfitterebbero e terrebbero a norma di legge, pagando quanto dovuto i lavoratori italiani???....
...Mah!!...Non saprei proprio!!... Sad

_________________
Il sorriso... è la distanza più breve tra due persone!!.....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mareblu

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 24/11/11 21:54
Messaggi: 966
mareblu is offline 

Località: Liguria
Interessi: musica, attualità, altri
Impiego: multincarichi nel P.I.



italy
MessaggioInviato: 10 Lug 2012 13:44:22    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sempre più in Italia il posto fisso è ormai un souvenir, in tutti i settori c'è rischio di licenziamenti, CI, contratti a bravissimo termine ecc. Ma anche nel resto dell'Europa la situazione non è migliore, infatti nonostante non se ne parli pubblicamente, la crisi c'è anche li e si sente! Italiani anche di mia conoscenza che sono andati In Inghilterra, Francia, Belgio per poter intraprendere un'attività nel campo alimentare (l'unico per il momento ad essere meno a rischio), sono tornati in Italia constatando che all'estero era ancora peggio, finendo per aprire la stessa attività nel nostro Paese, sembra che a conti fatti, vada meglio qua!
_________________
** essere sempre se stessi**
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Politica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Gli amici del forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008